lunedì 26 dicembre 2016

PISTE SICURE - ESERCIZI DI PRESCIISTICA SELF HELP


Una corretta preparazione atletica permette di affrontare con maggior sicurezza e minore fatica le piste da sci.


I fondamentali in palestra. Core training, per la stabilità e l’equilibrio, e squat a ritmo sostenuto: piegamenti sulle gambe, con e senza pesi, che allenano il cuore  e tonificano le cosce e i glutei.



Open air in città, prima delle piste. Allenamento cardiovascolare: bike, running e nei “percorsi-vita” attrezzati  dei  parchi cittadini, che, oltre ad abituare il corpo al freddo,  forniscono stimoli di adattamento diversi, migliorando la reattività, importante per affrontare al meglio le continue variazioni di pendenza e di fondo delle piste innevate.



Esercizi self help 
1) Riscaldamento alternando marcia e corsetta  sul posto per alcuni minuti, poi semi-piegamenti sulle gambe e contemporaneamente circonduzioni delle braccia. Stretching di quadricipiti e polpacci.
2)  Tre serie da 10 affondi, con  gamba destra e sinistra. Quindi, simulare il movimento del pattinaggio strisciando con forza il piede per terra e creando attrito mentre si estende la gamba.
3) Tre serie da 10 squat a piedi paralleli larghi come i fianchi. Ripetere con un piede leggermente  più avanti rispetto all'altro. 
4) Core: addominali sul fianco, con appoggio sull’avambraccio e bacino sollevato, gambe tese e unite, braccio libero che oscilla in avanti e indietro per destabilizzare positivamente l'equilibrio (10 oscillazioni del braccio prima di cambiare lato).

mercoledì 21 dicembre 2016

CELLULITE O ADIPE? AUTOTEST E SOLUZIONI



Sui glutei soprattutto, ma anche sui fianchi: in queste zone, in particolare, le rotondità in eccesso sono spesso una combinazione di adipe e di “pelle a materasso”

L'autotest. Per capire la differenza, sfiora i cuscinetti con le mani: se non ti danno alcuna sensazione è solo “ciccia”. Se c’è anche o solo cellulite, invece,  sono freddi e spesso dolenti, la pelle è ruvida, opaca, talvolta tendente al violaceo, perché  sono costituiti da tessuto fibroso (una degenerazione del grasso che si trova sotto la cute provocata da una cattiva microcircolazione).

I cosmetici. Per i i rotolini di grasso sono adatti i prodotti snellenti (per esempio con caffeina, guaranà, spirulina); per i mix con cellulite,  le formule   drenanti e lipolitiche (in più, per esempio, con rusco, escina, ippocastano)

FitnessIn entrambi i casi, indispensabile l’attività fisica, in particolare gli esercizi aerobici di media-lunga durata  che, oltre a drenare, inducono il corpo a utilizzare il metabolismo lipidico,  aumentando il dispendio energetico e contrastando il deposito dei grassi. Un allenamento tipo è eseguire 5-6 esercizi intensi intervallati (ad esempio 1 minuto di cyclette o corsa veloce alternato a un minuto lento) oppure saltare la corda mantenendo una frequenza elevata, con almeno 100 saltelli al minuto senza interruzioni.